You are currently viewing Funghi, che passione!

Funghi, che passione!

In questo periodo, nella nostra amata Sila, ci si può già imbattere in una vasta varietà di funghi, per la gioia di chi ama raccoglierli e di chi ama mangiarli!
Ma quali proprietà nutrizionali hanno i funghi? Scopriamolo leggendo questo articolo!


I funghi, da un punto di vista nutrizionale, possono essere considerati al pari di ortaggi e verdure. Pare che nell’antico Egitto, gli abitanti conoscessero già le proprietà dei funghi, al punto da essere ritenuto un alimento gustoso e ricco di benefici. Sebbene le percentuali di elementi nutritivi varino da specie a specie e dal terreno di crescita, essi sono fonte di proteine, lipidi, carboidrati (tra cui la fibra), elementi minerali (come fosforo, potassio, calcio, ferro, rame, zinco, selenio ecc.) indispensabili per il buon funzionamento del nostro organismo, tanta acqua ed una buona percentuale di vitamine. Le proteine presenti sono di buona qualità e digeribilità (lisina e triptofano), così come i grassi cosiddetti “buoni” come l’acido linoleico (acido grasso essenziale da assumere con l’alimentazione). Il contenuto di vitamine è buono; essi contengono soprattutto vitamine del gruppo B, come la B2 che è importante per la produzione dei globuli rossi e per il corretto metabolismo dei macronutrienti e la B3 che garantisce il buon funzionamento del sistema nervoso.

E per chi è a dieta? Niente paura! Il loro apporto calorico è basso! Circa 25 kcal/100 g e non contengono colesterolo.
Qualitativamente, i funghi, contengono sostanze antiossidanti utili per contrastare i danni dei radicali liberi, per la prevenzione di forme tumorali e invecchiamento e per contrastare patologie cardiovascolari, abbassando il colesterolo LDL (“cattivo”). Attenzione però! Non bisogna mai sostituirsi al lavoro di un esperto (micologo), che è l’unico in grado di distinguere i funghi commestibili ed evitare rischi che potrebbero essere letali. Con la giusta dose di scrupolosità e di attenzione, si potrebbe godere delle proprietà e della bontà dei funghi. Non consumare e non regalare ad altri, i funghi che non siano stati sottoposti all’esame di un micologo e che non siano in perfetto stato di conservazione. Non consumare quantità troppo abbondanti e non consumarli in gravidanza.
Se dopo aver consumato funghi insorgono disturbi, recarsi subito al pronto soccorso!


Conservazione dei funghi:
Prima di consumare i funghi freschi, assicurarsi che siano commestibili, sani e puliti.

  • Per i funghi secchi: pulirli scrupolosamente dai residui di terriccio (senza porli sotto l’acqua corrente), farli a fette ed essiccarli al sole.
  • Per i funghi congelati: sbollentarli in acqua bollente (tranne i funghi porcini) e porli in freezer in un sacchetto di plastica.
  • Per i funghi sott’olio: bollire per circa 20 minuti in una soluzione di acqua (1/3) e aceto (2/3), scolarli, asciugarli e porli in un vasetto ricoperto di olio di oliva e aromi a piacere (peperoncino, aglio).

zucchini-3460741_640

Ricetta light con funghi:
Zucchine ripiene ai funghi (circa 180kcal /100g ,4.79 proteine,6,88 lipidi,8,5 carboidrati).
Lavare e mondare alcune zucchine tonde, svuotarle della loro polpa con un cucchiaino e sbollentarle in acqua calda per pochi minuti.
Tritare la polpa avanzata e mescolarla con olio di oliva, prezzemolo, funghi a pezzetti, pangrattato, erba cipollina un cucchiaino di curcuma ed una manciata di pepe nero. Unire un uovo sbattuto al composto.
Salare leggermente e farcire con questo composto le zucchine.
Cuocere in forno preriscaldato a 190°per circa 30 minuti.


Giusi Moliterni, Dott.ssa in Scienze della Nutrizione 1

Per info, curiosità o altre ricette scrivere a: giusi-m@hotmail.it

Lascia un commento